In cucina con… gli chef de La Chiusa di Chietri

Il menù del vostro matrimonio da La Chiusa Di Chietri Il matrimonio resta un giorno unico ed indimenticabile che resterà per sempre nella vostra memoria. La scelta della giusta location è senz’altro un elemento di fondamentale importanza. La Chiusa di Chietri, nella suggestiva città di Alberobello, offre la possibilità di sposarsi tra i trulli, conferendo […]

Il menù del vostro matrimonio da La Chiusa Di Chietri

Il matrimonio resta un giorno unico ed indimenticabile che resterà per sempre nella vostra memoria.

La scelta della giusta location è senz’altro un elemento di fondamentale importanza.

La Chiusa di Chietri, nella suggestiva città di Alberobello, offre la possibilità di sposarsi tra i trulli, conferendo così al vostro matrimonio quel sapore tipicamente pugliese.

Un contesto unico ed indimenticabile per celebrare la vostra unione nello splendilo territorio pugliese.

Il Grand Hotel La Chiusa di Chietri è costituito da 150 unità abitative, di cui 12 Trulli finemente arredati secondo l’antica tradizione contadina, 8 splendide Suite e 130 stanze dotate di confort e raffinatezza, per rendere unico e indimenticabile anche il vostro matrimonio.

Tutti i vostri invitati potranno essere ospitati presso l’elegante struttura al fine di vivere l’atmosfera pugliese a pieno con il meglio dell’hospitality.

Lo Chef e la sua cucina per delle nozze in chiave tipicamente pugliese.

Pier Luca Ardito è uno chef di grande prestigio, che esprime il meglio di sé attraverso l’elaborazione di piatti e profumi tutti pugliesi.

Creatività, armonia di gusto, materie prime di prima scelta sono i primi ingredienti di ogni piatto arricchito con erbe aromatiche e spezie, in una mescolanza sublime di sapore.

Tutte le ricette vengono studiate con attenzione poiché ogni componente deve raccontare, con la sua bontà, la storia antica di un paese che attraverso i suoi piatti ha tramandato di generazione in generazione le antiche tradizioni popolari.

Giovane professionista è già vincitore di numerosi premi e medaglie conquistati con concorsi internazionali di cucina. Già nel 1995 vince la medaglia d’oro al concorso regionale di cucina fredda “Trulli e Grotte”, ancora oro alle Internazionali d’Italia nel 2001 e vincitore del titolo Campione d’Italia 2003 e 2004. Di particolare menzione, l’elezione a chef dell’anno 2011 effettuata da Solidus.


Le giurie di esperti convocate per le varie manifestazioni hanno apprezzato sempre la sua scelta di gusto e la sua capacità esclusiva di creare il giusto binomio tra esaltazione e delicatezza.

La sua filosofia è la ricerca della qualità, infatti tutte le materie prime di grande eccellenza provengono da ogni luogo del mediterraneo e vengono gioiosamente abbinate a grandiosi sapori della tradizione pugliese.

Grazie alle sue mani e soprattutto alla sua inventiva, contaminazioni preziose, arricchiscono il sapore della gastronomia storica.

Nonostante la sua giovane età, annovera anche docenze presso la scuola Eccelsa, istituto di alta formazione del gusto alimentare ed è coautore di due libri editi Istituto Etoile dal titolo “Tapas” e “Il buffet secondo l’Etoile caldo e freddo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 + 12 =